Amministratore di sostegno, a 20 dalla legge QUALI PROSPETTIVE? Il convegno

Una figura chiave, con la quale gli operatori che lavorano con situazioni di fragilità si trovano a collaborare quotidianamente, esattamente come i familiari.

È l’amministratore di sostegno alla ‘conoscenza’ del quale la Fondazione Casa Cardinale Maffi - realtà che si prende cura di circa 500 persone distribuite in 8 strutture -, ha deciso di dedicare un convegno. Una mattina di approfondimento e dibattito aperta, appunto, ai familiari di persone fragili e alle varie professioni che si relazionano ogni giorno con l’amministratore di sostegno.

Il convegno “Amministratore di Sostegno a 20 anni dalla legge: Quali prospettive?” si svolgerà venerdì 31 maggio dalle 8 alle 13 alla Stazione Leopolda (piazza Guerrazzi, Pisa) e si articolerà in tre momenti: il primo farà un excursus storico sulla nascita della figura, presentando la legge nazionale e regionale; il secondo cercherà di contestualizzare la normativa nel quotidiano partendo da una tavola rotonda aperta ai diversi attori che si interfacciano con l’amministratore di sostegno e che troverà vari spunti di riflessione fino ad individuare e conoscere i bisogni emergenti e i percorsi in atto in Regione Toscana. Il terzo momento proporrà una sintesi accendendo i riflettori sulle prospettive future della figura dell’amministratore di sostegno. Infine, un momento di dibattito e confronto per tentare di rispondere ai dubbi e domande.

Dopo i saluti del presidente della Fondazione Maffi Franco Luigi Falorni e quelli istituzionali di Michele Conti (sindaco di Pisa), Antonio Mazzeo (presidente Consiglio regionale), Serena Spinelli (assessore Regione Toscana), Laura Guerrini (Direttrice servizi sociali Azienda Usl Toscana Nord Ovest), Cristina Laddaga (Direttrice Società della Salute Pisa), Paolo Oliva (Presidente Ordine degli Avvocati di Pisa), Rosa Barone (Presidente del Consiglio regionale della Toscana dell’Ordine degli Assistenti sociali), Franco Massi (Presidente nazionale Uneba) e di Monsignor Giovanni Paolo Benotto, Arcivescovo di Pisa, avrà luogo il primo focus dedicato alla nascita della figura dell’amministratore di sostegno. Su questo tema interverranno Elena Vivaldi della Scuola Sant’Anna e l’avvocato Massimo Bigoni.

Seguirà la tavola rotonda con Federico Vola (responsabile Sviluppo Fondazione Maffi), Alice Dominici (Amministratore di sostegno), Elena Fimiani (vicepresidente Associazione spezzina amministratori di sostegno), Giulietta Falorni (Assistente sociale Fondazione Maffi), Giuseppe Guaricci (Comitato Esecutivo Nazionale Uneba), Ilaria Lombardi (Direttrice esecutiva Fondazione Maffi), Lorenzo Salvucci (assistente sociale Azienda Usl Toscana Nord Ovest).

Si parlerà poi dei bisogni emergenti con Santa Spina (Giudice tutelare del Tribunale di Pisa) e dei percorsi in atto nella Regione Toscana con Barbara Trambusti (dirigente settore integrazione socio-sanitaria Regione Toscana).

Ultimo atto: le prospettive. Il compito di delineare le sfide future sarà di Paolo Cendon, ordinario dell’Università degli studi di Trieste. Dibattito e chiusura con il Direttore della Fondazione Maffi Michele Passarelli Lio.

Modera il giornalista Antonello Riccelli.

Il convegno è patrocinato da Regione Toscana, Uneba, Comune di Pisa, Azienda Usl Toscana Nord Ovest.

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA E GRATUITA COMPILANDO IL FORM

E' stato richiesto accreditamento per Assistenti Sociali, Avvocati, e per tutte le professioni sanitarie (crediti ECM)

Per informazioni 0586.617203 - david.franceschini@fondazione,maffi.it

IL PROGRAMMA

Condivi questo post

Fondazione Casa Cardinale Maffi Onlus

VIA DON PIETRO PARDUCCI 1
57023, San Pietro in Palazzi

C.F. / P.IVA
00276530490
phone-handset linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram